L’episodio di Foehn verificatosi ieri, è stato davvero straordinario in termini di temperature raggiunte nel catino padano.
Il Foehn è il termine utilizzato per definire il fenomeno di compressione adiabatica dell’aria nel settore alpino. Il più intenso di questi eventi avviene in Nord America e prende il nome di Chinook. In generale questa fenomenologia si manifesta quando una massa d’aria fredda è costretta a scavalcare in modo rapido una catena montuosa.
Parlando del settore alpino, quando ciò avviene si ha l’effetto Stau sui versanti esteri delle Alpi e, per l’appunto, il Foehn sui versanti italiani. In presenza di Stau si hanno nubi e precipitazioni, mentre col Foehn si ha il cielo terso a causa del deciso aumento termico, che allontana il punto di condensazione del vapore acqueo.
Se analizziamo la mappa a 500 hPa di ieri, possiamo notare come il tutto sia stato innescato da un’affondo depressionario sull’Europa dell’Est e dall’immagine Meteosat si può ben notare l’effetto dello sbarramento alpino sulle correnti.

z500_9V201810241542

L’effetto della compressione adiabatica non si è fatto attendere e le temperature sulla pianura padana centrale sono schizzate verso i trenta gradi !
(immagini tratte da reggioemiliameteo.it e emiliaromagnameteo.it)

profilo termicoprofilo termico2

La mappa del vento, grazie ai vettori del vento,  mostra chiaramente la dinamica.

w2m_6

Ma non è finita qui.
Stamane su parte della pianura padana è comparsa la nebbia (cosa strana dopo il Foehn).
Una nebbia perlopiù alta, che per diverse ore ha oscurato il Sole.
Osservando l’immagine satellitare si può notare una cosa molto interessante.
La striscia nebbiosa segue la traccia dell’appennino.
Proprio così ! La rotazione dei venti da Nord/Nord-Esta a Est (si noti la nuvolosità sul triveneto – la porta della Bora) ha innescato, per qualche ora, una fase di “stau appenninico” ben messo in rilievo dalla nebbia (in realtà ciò che chiamiamo Nebbia altro non è che uno tipo di nube sterile – al più pioviggini – che in quota viene indicato come Strato”. La traccia termica verticale mostra bene l’inversione termica che si è così realizzata.

Stauprofilo termico3
Ora ci attende un peggioramento del tempo di stampo prettamente autunnale e così finalmente arriverà la pioggia.
Ma di ciò perleremo domani.

Pertanto… Stay Tuned !